mercoledì 1 ottobre 2008

Serata tipo

Poggio i piedi sul marmo caldo, allungando le mie gambette stanche, perché di giorno le faccio camminare tanto, per l'ecologia, per smaltire le torte al doppio cioccolato e perché mi piace poco, pochissimo guidare, e mi muovo spesso preferendo il cavallo di S. Francesco. Questo è il posto dove dovrei sempre stare, di fronte al vecchio caminetto, a guardare le fiamme arancioni che sbattono contro le pareti fuligginose e si perdono, salendo. Com'è piacevole sentire i piedi caldi caldi, e poi il corpo! Il racconto di fantasmi è qui vicino, pronto per essere letto, per farmi immaginare ancora una volta agili ombre negli angoli... e sulla sedia c'è la birra fresca che mi aspetta, mi sembra proprio di essermela guadagnata stasera. Leggendo, e bevendo, un po' alla volta mi rilasso in un modo profondo, con la luce tenue della lampada che illumina la pagina ma neanche troppo, giusto quel lucore che non mi frega la retina del tutto, ma spesso gli occhi guardano le fiamme, anche se vorrei costringerli sulla pagina...il fuoco non è mai lo stesso, è vivo, ha centinaia di sfumature, sembra parlare e raccontarmi storie che forse non mi faranno dormire. Succede sempre così. Ad un certo punto chiudo le pagine e rilasso la schiena, mi arrendo ai pensieri, non tutti belli e troppo vicini ai ricordi, nemmeno questi sempre smaglianti. Come sto bene con questo silenzio, fuori è buio e dai campi vien su la prima nebbia d'ottobre...E' un momento di perfetta osmosi, io e il fuoco parliamo nel silenzio, ci guardiamo, ci illuminiamo.

6 commenti:

gillipixel ha detto...

che bello...sai descrivere con tale sensibiltà certe sensazioni, che mi fai sentire fiero di essere un pigro professionale :-)

Utxi ha detto...

Beati voi, che avete il caminetto. Invidio solo questo delle case degli altri, e anche un filo per stendere la roba al vento.

Galatea ha detto...

Che bello, Vale! 'sti post diventano sempre meglio...

Vanessa Valentine ha detto...

gillipixel, tutta la mia stima per te, i pigri professionali e gli oziosi lieti possono salvare questo mondo dall'autodistruzione! :) Grazie comunque, sei gentilissimo!

Vanessa Valentine ha detto...

Beh, utxi, a dire il vero il caminetto sta a casa dei miei, e io sono solo un'ospite...così me lo godo ma mi sparagno la fuliggine...ih ih...
io in realtà ho una casetta di marzapane!

Vanessa Valentine ha detto...

O somma Galatea, mi fai arrossire...è il mio spirito inglese che ogni tanto viene a galla! Grassie!