mercoledì 18 febbraio 2009

La vecchia magione






Ci sono giorni in cui scapperei via dalla pazza folla, e mi deciderei ad accettare finalmente quel lavoro di guardiana del faro.
Giorni pesanti che non finiscono mai, e il letto è la tua dolce Itaca, che mai raggiungi.
Giorni in cui sono riuscita ad incasinarmi così tanto con il lavoro che mi chiedo se riuscirò a ricreare il cosmos da tanto caos (in genere sì, ma mi salvo sempre in zona Cesarini, da bravo Acquario). Oggi è stato un giorno carino, invece, con Mammina che è passata a trovarci e mi ha portato una piantina stupenda, piena di fiorellini rossi (si chiama kalanchoe, con i due puntini sopra la e, o sopra la o, non mi ricordo, comunque viene dall'Africa, è cicciottina e si è bevuta un mondo di acqua). Il pomeriggio è volato e io ho combinato poco, e invece avevo tante cose da fare. Non per colpa di Mammina, intendiamoci.;)
Quando invece mi trovo in mezzo ad un giorno procelloso, faccio la cosa che so fare meglio e cioè taglio la corda.
Qui.

3 commenti:

gillipixel ha detto...

L'umanità va presa in piccole dosi :-) lo dico sempre io :-)
Bellissimo posto!!!

Vanessa Valentine ha detto...

Grazie! almeno finché non mi costruiscono la tangenziale nuova :((((
Speriamo bene!

gillipixel ha detto...

Nooooooooooo...speriamo di no, sarebbe uno scempio immane :-(