lunedì 16 marzo 2009

Era anche ora!

Lo so, spinta dal mio inesorabile ottimismo mi spingo a dire che la primavera è qui tra noi, leggiadra fanciulla che danza ogni anno, sciogliendoci le membra e i cuori, portando a galla la cellulite accuratamente celata da maglioni, panciere e calze 8000den, epperò forzosamente spinta in superficie dal calore che, uscendo all'una dall'ufficio, ci fa arrancare fino alla stazione sotto cappotti, vestiti di maglina e stivali che soffocano il corpo senza pietà...roba da mettersi nudi, tipo lo streaking degli anni contestatari...ma non si può.
L'altra settimana mi sono persa come una farloccotta a guardare un'ape che entrava e usciva dalle violette, mangiandosi tutto il polline che poteva, un po' come facciamo noi passando da un baretto all'altro, e sotto con le tapas come se non ci fosse un domani. Sono rimasta lì dieci minuti seduta sotto la siepe, sotto il sole, a fissare questa robina gialla e marrone che si dava un gran daffare, col profumo delle viole che mi dava alla testa...
Tutti i fiori viola mi fanno impazzire, per profumo e colore (iris, buddleia, giacinti, glicine...), sotto una pergola di glicine potrei anche restare immobile per sempre.
Il fine settimana è andato via tranquillo come miele nel latte, visto "Watchmen" e, vuoi perché adoro i fumetti (oh, graphic novel, pardonnemuà, meglio) visto che sono un mondo parallelo e io amo vivere ovunque tranne che nella grigia realtà, vuoi perché adoro stare al cinema e farmi rovesciare addosso i racconti, devo dire che il film mi è piaciuto, anche se era longo assai.
Il personaggio di Rorschach è fantastico,tutte quelle macchie che si muovono sulla sua faccia bianca sono da brividi, sono tutti superoi sul filo della psicosi, e quando è apparsa Spettro di Seta col costumino in latex i maschi hanno fatto "hhhhh!", come il sospiro della marea...il commento di qualcuno è stato, mi si perdoni la trivialità dell'espressione, "porco zio!"Ebbè, questo è un ottimo motivo per stare lì seduti due ore e quaranta.
Questo succedeva venerdì sera; sabato avevo già voglia di andare a vedere "Gran Torino" di nonno Clint, poi mi sono allegramente spiaggiata in divano a guardare "Giù per il tubo" (che ridere!al cinema me l'ero perso!) e col cavolo che siamo usciti, penso di essermi addormentata appena scoperto l'assassino in Barnaby, con il cuscino a boomerang dell'Ikea dietro il collo che, traditore, mi ha fatto sprofondare in un sonno morbido e tentacolare.
La mia accidia trae nuova linfa dalla primavera, dai suoi primi caldi, dal suo torpore, dai suoi pigri e leziosi fiori di pesco.Zzzzzz.
Restare svegli in ufficio è un'impresa, ve l'assicuro.
Piglio il mio vasetto di miele e come Winnie-The-Pooh...ronfo a oltranza.

5 commenti:

gillipixel ha detto...

eheheeheh...evviva il primaveril ronfaggio selvaggio :-)

Vanessa Valentine ha detto...

E oggi ho sentito il primo tagliaerba! Rrrrrrr... è finita la pace!

gillipixel ha detto...

dannazione alle manie giardinesche!!! :-)
"...non so, non so /
perchè continuano /
a costruire /
le case /
e poi falciano l'erba /
poi falciano l'erba..."
:-))))

gillipixel ha detto...

Valeeeeeeeee!!! Oggi è la giornata mondiale del Sonno :-))))

Vanessa Valentine ha detto...

Era vero! e infatti ho festeggiato! :))))
e oggi è primavera (anche se non sembra, a dire lo vero...)
Speriamo migliori!!!
Una felice Primavera a tutti!