mercoledì 25 novembre 2009

Torno subito

Ho una leggera botta di umore nerastro.
Possono i blogger soffrire del blocco dello scrittore?
Ho il bloggo del blogger??
Temo tutto dipenda dall'opposizione di Marte e Venere. Quando ce li hai contro, è meglio appendere il cartello con scritto "torno subito", e andare a pranzo.
Per gli odianti l'astrologia, astenersi, vi prego.
Cercate di capirmi.
:)

12 commenti:

Salazar ha detto...

Capisco, capisco.
In più il mio segno zodiacale è l’aragosta, per cui posso appendere il cartello “torno subito”, ma non posso andare a pranzo. Troppo pericoloso.

gillipixel ha detto...

succede, Vale...non ti crucciare troppo, devi solo lasciare decantare l'umore, blandendolo con un diffuso velo di pigrizia iper-gratuita...non opporti, lascia scorrere, irradialo di inutilità non finalizzata, e un bel mattino, alzandoti dal letto ti accorgerai di avere una gran voglia di tornare a scrivere i tuoi stupendi brani :-)

Visir ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Visir ha detto...

Aggiungo anche la mia opinione, visto che me la sono guadagnata con una certa assiduità, anche se non posso ancora chiamarla fedeltà.

Fai quello che ti pare Vale, è così bello essere se stessi.
Quando sentirai la necessità di scrivere, scriverai, magari fra un giorno, un anno, mai più...Chissà.

La scrittura per essere vera è, secondo me, come usare il cesso.
Bisogna andarci, quando si ha qualche cosa da lasciarci dentro, dopo una volta che ci siamo svuotati, non ha senso indugiare.

Buona regolarità. ;)

Galatea ha detto...

Fammi l'oroscopo, che mi trovo nella stessa situazione. Per fortuna che sul mio blog ho appaltato la scrittura dei post ad un amico. :-)

Vanessa Valentine ha detto...

Salazar, concordo con la tua cautela, le aragoste (oroscopo brasiliano??:)) debbono essere doverosamente caute, qualsiasi cosa più grossa di loro vorrebbe papparsele..del resto, sono così buone:)))

Vanessa Valentine ha detto...

Ho levato il cartello, Gilli, e la bandiera dell'ottimismo torna a sventolare sul torrione!
Grazie di cuore per essere un lettore così devoto!;)

Vanessa Valentine ha detto...

La regolarità, Visir, è un grande dono. Vale in un sacco di circostanze, fisiche e mentali, nevvero?
Ad un certo punto le nubi si dissolvono, così come sono arrivate. E' il pregio di certi animali umani, viviamo spensierati la maggior parte del tempo, tranne rare (per fortuna) volte, quando ci sentiamo un po' invecchiati di colpo. Poi, però, passa. In effetti.;)
L'assiduità è la fedeltà degli uomini, ma verticale.:))))))

Vanessa Valentine ha detto...

Galatea adorata, tu sei (se posso svelarlo) un'Ariete fiammeggiante, e visto che io sono un Acquario arioso, siamo destinate ad intrecciare i nostri oroscopi...il tuo fuoco si alimenta col mio ossigeno, e la tua volontà più salda mi scalda e divampa. Spesso i pianeti che rompono le balle a una scocciano pure l'altra. (Premetto, prima che la fantasia maschile inizi a galoppare, che gli uomini piacciono a entrambe, e pur solidali con la causa, io e Galatea non siamo fidanzate...:))
Dai che venerdì pranziamo insieme;) Bacciott!!

Visir ha detto...

L'assiduità verticale?
Poeticamente direi che: "Un capello di donna lega anche un elefante".
Così va il mondo oggi, carissima.
A noi maschi ormai tocca subire. Genuflessi alla forca caudina del testosterone, balliamo un limbo al contrario (in senso di danza) che ci rende spesso ridicoli anche all'oggetto delle nostre brame.
Oramai ometti addomesticati a queste donne moderne, così emancipate che non vogliono essere felici, ma gli interessa avere sempre ragione!

Una volta era più semplice, una clavata sulla capa e si rimorchiava nella grotta.
Forse si era tutti più felici (noi certamente), senza ansie da prestazione, punti G da ricercare come una caccia al tesoro. Non dovevamo versare alimenti alle ex mogli anaorgasmiche avide come uno shailok shakespeariano; una braciolina di Mammut ed era fatta. Vi si comprava con poco, allora.
Alla vostra ava neanderthaliana forse restava un leggero mal di testa, ma tanto lo avete quasi sempre anche ora.

Ecco, adesso che ho elencato i luoghi comuni invisi al pubblico femminile, posso fare una domanda? Giusto per rovinarmi la reputazione che non ho.
Non ho mica capito, con sto tira e molla, che cosa farai.
Vai, resti? Scrivi, non scrivi.
Era forse un "fishing for compliments"?
Sei in menopausa?

Non è che cerchi una clavata sulla capa pure tu, giusto per metterti tranquilla?
Nel caso...
Dai che scherzo (forse) :))))

sogliadiattenzione ha detto...

Una settimana da un post all'altro NON È il blocco del blogger!!! E io cosa dovrei dire allora?!

Vanessa Valentine ha detto...

Soglia, in quel momento non avevo tutta quella voglia di scrivere...però poi passa. Per fortuna (o per sfiga, che a dir si voglia...);))))