giovedì 10 febbraio 2011

Se alcuni spremessero di più le meningi...

Quando vedi certe pubblicità ti viene il magone, specie se pensi che alcuni mettono una ragazza in posa goniometricamente conturbante per reclamizzare pannelli solari o le catene da neve.
Questa non ti stancheresti mai di guardarla, anche se del Lato Oscuro della Forza (o di quello Chiaro) non te ne è mai fregato molto in particolare, ma comunque.
Poco da fare, essere geograficamente in Europa non è la stessa cosa che essere europei di fatto.
Alcuni di noi devono ancora mangiare un bel po' di pappa, e con tanto fosforo dentro che fa bene.
Anche la macchina è carina.

6 commenti:

Gillipixel ha detto...

Ehehehe...non l'avevo ancora vista, Vale...molto carina...anche se delle automobili non se ne può più, quando un'idea è bella, bisogna dirlo :-)

Spotty dice donsese...non so perchè, ma mi sembra quasi una considerazione di accondiscendenza in una sorta di dialetto veneto immaginario :-)
"..Come te sembra sta publicità, ciò?..."
"Mah...donsese, donsese..."

e mi scuso con i veri conoscitori di dialetti veneti :-)

Vanessa Valentine ha detto...

Tu sei un amante dei dialetti, Gilli, e questo fa automaticamente di te un conoscitore...;))))))nulla da eccepire, da veneta, sulla tua frase! dònsese (spotty non accenta mai, ma lo facciamo noi) suona davvero molto veneto, avanti così con la costruzione di una nuova lingua!
E sulle macchine hai ragione, troppe e troppa reclame...però in effetti questa è carina, sarà perché il bambino è buffo (specie quando crolla il cascone, pieno di mestizia. E quando si gira sbalordito. Molto espressivo, anche se non si vede la faccia! Notevole).

sogliadiattenzione ha detto...

quasi 27 milioni di click in 9 giorni, sono stato anch'io lì lì per postare il video, complimenti a chi l'ha ideato (aggiungo anche il momento in cui il cane passa davanti a una porta seguito a ruota dal baby darth fener).

Vanessa Valentine ha detto...

Eh, sì, Soglia, a volte i numeri sono spropositati, specie nell'era del click facile che ci troviamo a vivere...
La pubblicità ti tocca, e non c'è niente da fare. Tipo la tosse d'inverno, te la pigli e te la tieni.
Qui è bellina l'idea della minaccia seria che in realtà risulta comica. Kubrickiana l'immagine del bambolotto.
Stupenda.
E non si vede manco una tetta o una coscia!
Incredibile.

trivigante ha detto...

Strepitosa, se posso aggiungere il mio momento prediletto è quando corre fuori e scarta il babbo facendo con le mani "sìsìvabeneciaodevofareunacosaimportantissima".

Vanessa Valentine ha detto...

Vero, Trivigante, è il tipico modo di fare dei bambini, quando ti scavalcano e ti fanno capire che sei di troppo nel loro magico mondo...è sempre un duro colpo, per gli adulti.
Ci siamo dimenticati probabilmente che lo facevamo anche noi.
Ed era grandioso.:)))))))