domenica 28 settembre 2008

Amiche e borse viola

E anche questo sabato è andato. Arrivata al capolinea della settimana stremata, piena di sonno, sempre più confusa dal caldo/freddo altalenante, con calzini e calzerotti dappertutto, camicette che strabordano dai cassetti, trippa estiva ancor più preoccupante perché prodroma della trippa autunnale che incombe (leggi vino e castagne, muffin a go go e goulash...), insomma, allo sfacelo, ho colto al balzo il giro in centro a Padova con la mia amica Elena, a prendere una bella boccata d'aria inquinata, a farmi calpestare dal popolo dello shopping (nelle mie vene scorre un pochino del loro sangue, anche però) e a gustarmi uno spritz nei baretti delle piazze. Padova dà il meglio di sé nei sabati, con tutta la gente tiratina e truccatissima, a farsi vedere e toccare, a fare casino, respirare e insomma esistere nel modo che più le aggrada, come in fondo è anche giusto che sia. L'atmosfera è sempre bella, con l'aria piena di fumo delle caldarroste, le bancarelle con le borse viola scuro, senza le quali non è possibile superare l'inverno, i negozi carissimi con molti che guardano e rari che comprano, ma l'essenziale è dire alla commessa"ci penso", cogliendo il suo sguardo altero e bistrato che sotto la frangia commenta silente "si certo, pidocchia".
Ma quando con la mia amica ci sediamo in questa pasticceria intima e affollata da anziane signorine con la permanente biondo cenere, o azzurrina, magari felici, o vedove, tutte serene e chiacchierone, e ci raccontiamo tante cose davanti al suo tè al limone e al mio cappuccino, parlando di tutto e saltando di palo in frasca perché comunque ci capiamo...è chiaro che uscire è sempre una buona idea, perché lì fuori c'è tanta vita, e magari non sempre ti piacerà ma troverà sempre il modo di farti scuotere la testa sorridendo.
Elena chiede al posto mio il prezzo di una borsa viola, visto che il tipo della bancarella ci ha agganciate solerte. Lui fa "59 euri, ma è tutta pelle, lavorazione artigianale e pregiatissima" e io dico "è bellissima, colore stupendo. Dai, ci penso". Ho visto come mi ha guardata.
Iddio sia benedetto per le donne che ti sono amiche, che ti vogliono bene per quello che sei, anche se non sei molto, perché ci sono sempre quando non sai che fare, anche se fai finta di saperlo.

2 commenti:

Papino ha detto...

Ieri in centro allo stand di informambiente ci hanno regalato degli astucci prodotti con copertoni riciclati. Magari ci fanno anche le borse con quel materiale. L'unico problema è che puzza! Un odore orrendo e il colore... Insomma, color copertone. Non sarà viola ma, chissà potrebbe anche piacerti. Ciao.

Vanessa Valentine ha detto...

Non credo!!!!;)))
Ma Vanessa Valentine ama le buone cause...