domenica 16 novembre 2008

Dolce, vecchia Inghilterra

Adoro le puntate dell'Ispettore Barnaby. Mi piacciono, tanto tanto davvero. La domenica è più domenica se me le gusto sul divano, con la tisana ai frutti di bosco che la Magnifica mi ha portato da Sappada, il cielo color corallo là fuori, la casa tiepidina, il pomeriggio nullafacente e compiaciuto. Un piccolo lusso prima del tuffo freddo del lunedì.
Midsomer Murders mi sembra sia il titolo originale, c'è anche il sito con una marea di foto meravigliose della cara vecchia Inghilterra, villaggetti dormienti tra le colline (hanno girato ovunque, mi luccicano gli occhi quando vado a rivedermi le foto, mi faccio una spanciata di immagini che coccolano il cervellino...), quindi in apparenza il paradiso per tutti gli appassionati delle atmosfere inglesi, con le magioni coperte d'edera, i pub con le panche fuori (e loro a mangiare sotto la pioggia, una caratteristica britannica), le casette fuori mano con il tetto di paglia e le finestrine piccole piccole, bianche e con i vasetti di fiori appesi. Un sogno, davvero. Poi girano durante l'unica settimana soleggiata che rallegra l'Inghilterra, immagino recitino e dirigano come dei pazzi per riuscire a far tutto prima della solita lavata dalla testa ai piedi. No, in realtà si vedono anche i cieli neri con le nuvolone cicciotte e arrabbiate, e gli alberi scossi dal vento (in genere l'atmosfera si incupisce parecchio prima di un omicidio).
Ecco, il pezzo forte sono proprio gli ammazzamenti. Come nel caso della Signora in Giallo, Jessica Fletcher, che vive a Cabot Cove, scrive e mangia aragoste, cura i fiori e fa passeggiate, e ovunque vada si porta dietro l'ombra della Signora con la Falce (un sodalizio fortunato, meno per i residenti che ospitano la signora Fletcher e che immagino abbandonare in massa le cittadine al suo arrivo, con le macchine cariche di mobilia e pargoli), l'Ispettore Barnaby può andare a pesca e incappare in un morto, va a funghi e trova un cadavere, si trova casualmente in un ameno posticino( qui gli ultimi decessi di natura violenta si sono verificati durante la Seconda Guerra Mondiale) per stare vicino alla dolce e svampita mogliettina impegnata in una gara di torte parrocchiale e là, scatta la mattanza. Odi secolari aggallano al suo passaggio, serial killer paciosi decidono che è ora di rimettersi in pista, la gentry annoiata decide che ne ha piene le tasche di assassinare volpi e fagiani e basta, e passa ad articoli più sostanziosi. Se  prima in questo posto si poteva girare di notte per i sentieri, al buio, fischiettando "Rule Britannia", di botto un assassino sadico e bastardissimo viene ad ammazzarti mentre ti bevi il tè in cucina e guardi in tv il discorso della Regina, orribile. Ti identifichi totalmente. (E visto che notoriamente gli inglesi hanno porte con serrature che uno scoiattolo butterebbe giù con una zampetta, e finestre senza balconi, trovarsi il matto in salotto è facilissimo.)
La media dei cadaveri in Barnaby viaggia sui 4-5 a puntata, uno giustamente pensa che con questo ritmo il villaggio in tre giorni sia deserto. Poi sono quattro gatti, il postino, il lattaio, la tizia del pub, il prete. Eppure.. che abissi, che abomini si celano nelle loro vite!
Che giri di corna! I figli sono stati concepiti da una cooperativa! Che robe.
La puntata è finita, anche stavolta. Peccato, anche in mezzo a tutte quelle ammazzatine stavo bene, con Barnaby e Troy vicino, al pub, con la birra scura in mano, a sorriderci per niente. 

6 commenti:

gillipixel ha detto...

:-) oggi oltre al piacere di leggere un tuo nuovo stupendo articolo dalle atmosfere tutte alla "Room with a view", ho pure imparato un verbo che non conoscevo: aggallare...bellissimo, molto prezioso...sempre tanto brava :-)

silvio di giorgio ha detto...

un post molto evocativo,complimenti :-)

Vanessa Valentine ha detto...

"Camera con vista" è uno dei miei film preferiti di sempre! Mi piacerebbe andare a vivere lì da loro, l'unico scoglio è la cucina... :))))
As usual, thank you!

Vanessa Valentine ha detto...

Grazie! Ma il merito è di Barnaby ( e del fatto che quando lo guardo non bevo solo tisane, ma anche una bella Guinness da mezzo litro...) ;)

silvio di giorgio ha detto...

mi sembri una donna pronta a tutto, a sperimentare e a non temere fantasiose novità..perciò ti chiedo:scambio link?

un abbraccio,silvio

Jenny ha detto...

E' uno dei tuoi pezzi migliori: complimenti! Anche perché noi li conosciamo quei posti e...quella vita!A ritornarci...senza impegolarci con qualche omicidio, stavolta, però.
La Magnifica