martedì 14 aprile 2009

E c'era il sole...

Che bella Pasquetta, soleggiata, finalmente!
Ed era bello pure a Pasqua (evento rarissimo, da queste parti, io mi ricordo una Pasquetta bellissima e calda tipo giugno nel '92, può anche essere che ce ne siano state altre, però sono una signora che invecchia e mi sa che non ricordo più così bene).
Comunque a Pasqua mangiatona di rito con antipastini meravigliosi, barchette di pasta ripiene di crema di porcini e gamberoni in pasta fillo, il tipo di cibo che mi aspetterei di trovare in paradiso, e il salmone...ma l'agnello non l'ho mangiato, non ci riesco proprio.
Il Lunedì è volato invece in campagna dalla Mama, a bruscandoli, carletti (altra erbetta mangereccia) e asparagi selvatici (ragazzi, con quelli comprati, non c'è partita...), il tempo era meraviglioso, così vivo, vibrante.
Oggi ho passato il pomeriggio a curarmeli, ad un certo punto vedevo tutto verde. Soffritti in pentola e pronti per risottini e torte salate, frittatine, yum yum...
Solita stanchezza primaverile, dormirei sempre (un po' più spesso del solito).
Sabato sera ho visto il Che al cinema, e l'ho trovato un po' lentino...forse non ero nello spirito smagliante e giusto.
Invece mi ero gustata in precedenza "Mostri contro alieni", mi sa che il mio cervello sta tentando di farmi notare che la moria neuronale è già cominciata. Sono proprio una donnina frivola.
Adesso vado sotto le coperte a leggermi "Wesley il gufo", ed. Elliott. Un libro coccoloso che mi commuove un fracco. Quasi certamente mi sveglierò col libro sul naso e la luce accesa.
Ronf.

2 commenti:

gillipixel ha detto...

"...Solita stanchezza primaverile, dormirei sempre (un po' più spesso del solito)..."
Fantastico!!! :-))))

Vanessa Valentine ha detto...

Compensato da insonnia, ovvio... :)))
sviluppata dipendenza da lavanda ed escolzia...
Gulp!:))))