mercoledì 22 gennaio 2014

Ultime news

All'improvviso ricevo un incarico per insegnare inglese alle medie in un paese più vicino alle mie vecchie campagne miresi rispetto alle lande di Poultryville. Naturalmente dico sì dopo un nanosecondo.
La cosa va avanti da una settimana, precipitandomi in una caotica messe di novità, voti, scrutini e medie matematiche sul registro. Per evitare il flippamento totale, cerco di mantenere il dovuto distacco e la messa a fuoco doverosa sugli eventi.
Tutti sono molto gentili e io faccio come sempre la mia parte.
Rispetto alle vecchie medie di New Village, nel passato, qui ho a che fare con due prime (vivacerrime) e una seconda piuttosto dotata e coesa, benché casinista la sua parte.
Per il momento mi diverto, ritrovo vecchie conoscenze della mia infanzia (vecchio in senso buono, eh), macinandomi svariate decine di km tre volte alla settimana. nei tempi morti passo in campagna dai vecchi, controllo Miss Potato e la sua crescita (considerevole, la Mama ingozza la piccola di bustine di carne, ormai è una signorina e tra un po' le toccherà la Sorpresina dal veterinario...:( , eh, beh, la vogliamo con noi, ovviamente. E' diventata la gatta di mio padre, lo guarda in adorazione e gli pettina la barba con le zampine). La Pippa è diventata una tutrice canina, dorme sul divano panza all'aria con la gattina spadellata sulla trippa. Da morire dal ridere.
Le letture hanno subito un rallentamento solo temporaneo, devo decisamente organizzare meglio i pomeriggi. Naturalmente, sto via tre giorni e la casa nel frattempo si anima e si autoincasina con metodo, biancheria che esce dai cassetti, roba da lavare che scaturisce dalla lavatrice, bicchieri che si sdoppiano per partenogenesi. Una mostruosità di bioccoli di polvere che si agitano, poetici e spumosi, sul pavimento, e beffardi.
Tutto questo in un gennaio primaverile, con pratoline nel verde e gemme incerte se venir già su o poltrire ancora.
Le imito, svenendo sul divano alle nove e dormendo fino alle undici (di sera), prosciugata nelle forze dall'energia dei piccoli, come sempre. Drenata, in un certo modo.
Lo stress manderà un po' in combustione i grassi accumulati?
Mah. Esperimento!
Sempre vegetariana, a parte il pranzo dalla Magnifica, di cui parlerò a parte...i maccheroni pasticciati della zia. Ad ognuno la madeleine che preferisce.;)

4 commenti:

Gianluca Nardin ha detto...

Brutte nuove, vicina vicina.. Stress => cortisolo => ingrasso assicurato! altro che dimagrimento! ;)

Gillipixel ha detto...

Bene, Vale :-) mi fa piacere per questa tua occupazione, di questi tempi, anche cose piccole sono sempre le benvenute :-)

Buffissima la Pippa tutrice canina :-)...mi sa che quella micetta impone la sua legge in tutta la casa, ed ovviamente facendo illudere tutti di avere perfettamente in mano le redini della situazione :-) tipico felino :-)



Vanessa Valentine ha detto...

Uah, uah, uah! Il vicino vicinissimo!!:))))))
Non ci posso credere!!!:))))
La tua maschia bellezza ci offusca tutti...;))))
Ti dirò, Gianluchissimo, penso che di grassi e cortisolo continuerò a fare incetta...come ben sai...;)))
Per rilassarmi...gatti!
E non fave una battuta tviviale delle tue, nevvevo.;))))
Benvenuto nell'Accidia e nel Deboscio!
PS: Miss Potato ti saluta.

Vanessa Valentine ha detto...

In realtà, Gilli, è ormai chiaro a tutti che la casa è Sua... stasera ha decapitato una pianta della Mama, arrampicandosi in libertà...essendo farcitella, come gatta, ad un certo punto, scrac.:))))
Mi fa morire quando mi vede, attraverso la porta a vetri della taverna...mi viene incontro tutta miciosa e strusciosa, facendomi le feste. Tipo, sei tu, sei qui, mmm, non male. Col nasetto ciclamino, quando è contenta si accende come una lampadina!:)))))
E la Pippa...è il cane più dolce del mondo. Siamo davvero fortunati ad averla nelle nostre vite.:))))))
Pensa a quegli scemi che l'hanno abbandonata, che poveri pirla...