sabato 25 ottobre 2008

Dexter (darebbe il sangue per te)

Ammetto la mia insana passione per i serial: ogni anno aspetto quelli nuovi, le nuove stagioni, nuovi sviluppi.
Purtroppo non appartengo alla schiera degli appassionati delle fiction che danno su Rai Uno, con famiglie, avvocati che scelgono la miseria, ottimi sentimenti, nonne coraggio, e non perché questi prodotti non siano fatti bene (non mi sognerei mai di mettere in discussione il mestiere di tanta gente, intediamoci) ma è il fatto che siano così lenti a tenermi lontano da loro. Una che è abituata al cardiopalma di certe puntate di CSI, o alcuni ER, con efferatezze e crudeltà varie, e un morto alla media di dieci minuti ciascuno, beh, fatica un pochino a seguire una menata di un quarto d'ora in cui ti spiegano per la quinta volta perché la ragazza morta in piscina faceva la ballerina al night, e la sua carriera non era poi così limpida. Che barba! L'hanno capito anche i cuscini del divano, ragazzi, meno la Mama che ronfa nel quarto sonno, probabilmente, con la gatta Gilda che fa da controcanto allungata sulla panza della Mama suddetta. La Mama spesso non capisce non solo chi è l'assassino, ma manco il morto.
E allora vi parlo di Dexter, e magari qualcuno il telefilm se l'è visto, lo ama, lo odia, se ne straciccia.
Dexter fa il perito ematologo, ovvero quell'ingrato mestiere di chi scatta un fracco di foto sul luogo del delitto, fra i tanti, e poi si studia tutta la traiettoria del sangue. A molti il sangue fa orrore, ma lui ha un piccolo segreto: è un serial killer. Adottato dal padre poliziotto duro e puro, fin da piccolo manifesta le sue inclinazioni con la mattanza dei cani del vicinato, e quindi il padre una volta scoperta una fossa piena di ossicini, capisce che il piccolo potrebbe causare problemi all'umanità e incanala questo suo talento nell'eliminazione dei colpevoli, ovvero uomini e donne che si sono macchiati di delitti, a ripetizione. In pratica, un anticorpo, se i serial killer sono virus.
Dexter è naturalmente sociopatico, non prova sentimenti, non si affeziona, ma finge una normalità (piuttosto penosa per lui, va detto) che dovrebbe ingannare la sorella (poliziotta pure lei) e i colleghi. Dexter ha pure una morosa, una donna maltrattata dal marito tossico, che lui aiuta e sostiene curandosi perfino dei di lei figlioletti, che lo adorano. Nel tempo libero, non amando i teatri, i balli nella solare Miami (è ambientato lì) e tutti i divertimenti degli umani comuni, Dexter rintraccia cold cases o segue recenti delitti e da bravo angelo sterminatore va a fare il suo sporco lavoro. La serie è ispirata a dei romanzi di Jeff Lindsay, a quanto pare più crudotti e cattivi (sono libri, mi sembra giusto, i libri sono sempre più onesti di tutto il resto). Non è un serial per signorine, va detto, il sangue c'è e si vede, ma insomma ho visto di peggio. Nel telefilm Dexter un po' si umanizza, nei libri no. E' l'assassino peggiore, il predatore umano per eccellenza, e se uccidere è sempre sbagliato, farlo così è proprio diabolico.
Al punto in cui siamo arrivati Dexter sta quasi per incontrare la propria nemesi, un serial killer raffinato (oddio, sezionare prostitute non è proprio darsi all'ikebana..) e sveglio quanto lui, un tizio capace di entrargli in casa e di giocare al gatto col gatto, e se Dexter taglia le sue vittime da vive coprendo tutto col cellophan, il killer del camion frigo non fa trovare manco una gocciolina di sangue sulla scena del crimine. Colpi di scena a ripetizione.
Alla Mama Dexter non piacerebbe, il Papa passerebbe la notte in bianco dopo averlo visto e la Gilda sentirebbe quel certo frisson che la spinge a uscire di notte sotto la luna e a tornare al mattino con i baffetti rossi.

6 commenti:

Squilibrato ha detto...

ACCIDIA E DEBOSCIO. Bellissimo il titolo di questo blog.

Dexter l'ho seguito anche io ieri sera.

Visco ha detto...

Adoro Dexter. Ho visto per caso il primo episodio e non l'ho piu' mollato.
Se devo dirla tutta lo invidio anche parecchio.
;-))

Vanessa Valentine ha detto...

squilibrato, bello il tuo blog, piuttosto...Dexter ci starebbe da papa.
;)

Vanessa Valentine ha detto...

che si può dire, visco...il convento ogni tanto passa roba buona. Basta avere un buon dvd o dormire tre ore per notte, e uno vede tutto quello che vuole.

farlocca farlocchissima ha detto...

dove lo danno Dexter? la tv la guardo davvero poco... ehm si vedono si e no 3 canali con la mia antenna :-)

Vanessa Valentine ha detto...

Farlocca farlocchissima (fico il nome ;) ), Dexter lo fanno sull'esecrabile Italia1 il venerdì alle 23 più o meno, a volte però la si può perdonare (danno pure Heroes), w i gggggiovani!